Alcuni operai nel Crotonese facevano finta di lavorare

PETILIA POLICASTRO – I carabinieri hanno scoperto vari operai che erano presenti sul posto di lavoro, ma in realtà svolgevano altre attività di riposo od a fatti privati.

Operai vagabondi nel crotonese

In alcuni casi sono stati trovati anche a svagarsi a carte. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Petilia Policastro hanno comunicato nei giorni passati un avviso di chiusa delle indagini nei confronti di undici persone denunciati in stato di libertà per la trasgressione di truffa e falsità pratica commessa da pubblici ufficiali.

In modo specifico, i militari nel lasso di tempo incorrente tra l’estate ed il Natale 2013 hanno verificato che 6 operai in servizio presso il Consorzio di Bonifica Jonio Crotonese e 5 operari forestali dell’A.For, tutti abitanti ed operanti nel centro petilino, pur riscuotendo un corretto stipendio mensile, evitavano, alcuni in maniera ripetuta, altri in modo sistematico di presentarsi presso i cantieri e\o posti di lavoro dove erano indirizzati per prestare la propria giornata di lavoro.

L’attività è iniziata a giugno del 2013, quando alcuni militari vedevano che soggetti conosciuti come operai forestali dei due enti, impiegavano tranquillamente interi giorni al bar o in piazza nel paese. Da qui l’interesse investigativo ha spinto i militari hanno iniziato il loro lavoro per capire in modo più chiaro la situazione.
Quindi sono stati scoperti una ventina di soggetti, i quali avrebbero dovuto come da contratto farsi vedere quotidianamente presso il proprio sito di attinenza per svolgere il proprio lavoro di almeno 8 ore al giorno.

I militari hanno verificato, invece, che undici di loro, pur essendo esattamente presenti nei registri giornalieri di servizio, sempre non si mostravano a lavoro, ed continuavano la loro rilassata sia in estate che d’inverno.
Sono stati monitorati tutti questi operai che lavoravano incessantemente presso esercizi commerciali di vendita di generi alimentari, o come operai non specializzati presso cantieri, uomini che sostavano seduti per ore a giocare a carte nel centro del paese, individui che non sapevano neanche dove avrebbero dovuti recare quel giorno per lavorare.

In modo specifico sono stati 6 operai (di cui 1 capo squadra) del Consorzio di Bonifica Jonio Crotonese e 5 (di cui 2 capi squadra) dell’A.For. a risultare continuamente assenti dal lavoro, anche se risultavano presenti ed avevano la loro paga. Tutti gli operai fantasma , sono stati denunciati per truffa continuata ed per essere stati pagati senza aver svolto il loro lavoro.



Ciao a tutti sono Marina, amo scrivere, ma in modo particolare amo stare le ore su internet, quindi cercherò, di aggiornavi tutti i dì con le ultime notizie. Grazie a tutti.

Advertisement

No comments.

Leave a Reply